Pagina iniziale
Vuoi ricevere gratis le nostre ricette?

Tutto sul pane:
baguette
biovone all'Alvà
brazadei
buscel di fich
carcent
casereccio di Genzano
cavaduzzi
ciabatta
coppia ferrarese
filoncino al sesamo
francesino
freselle
grissini
grissini al sesamo
marocca
miccone
michetta
muffuletta
munizione
pan da cool
pane azzimo
pane bigio
pane carasau
pain d'èpices
pane di Altamura
pane di Matera
pane di pasta dura di Pavia
pan di ris
pane di segale ai semi di girasole
pane di Terni
pane in cassetta
pane integrale
pane integrale ai cereali misti
pane agli 8 cereali
pan giald
pane fiorito di Tramatza
pan mistura
pane nero alla pancetta
pane valdostano
piadina
piê armesta
pitta
puccia di pane
rosetta
taralli




PANE CARASAU

E' un pane tipico sardo, singolare perché è composto di sfoglie molto sottili e croccanti, preparato con farina di grano duro. L'origine e la ricetta del pane carasau sono molto antiche e si intrecciano con la cultura e i modi di vita delle popolazioni sarde, un tempo dedite principalmente alla pastorizia. I pastori, lontano da casa e intenti alla cura delle greggi, avevano bisogno di avere un pane che potesse durare a lungo. Il carasau è composto di sfoglie di semola di grano duro, che viene cotta due volte, cotta e "carasata", trattiene poca umidità e mantiene inalterata per lungo tempo la propria fragranza. Viene anche chiamato carta da musica, per la straordinaria somiglianza con le pergamene sulle quali un tempo venivano composte le musiche sacre.

UTILIZZO DEL PANE CARASAU
Si trova in vendita nei negozi di specialità e anche in diversi supermercati, e ha una lunga conservazione. E' un tipo di pane ottimo da sgranocchiare anche da solo, soprattutto se scaldato in forno e condito con un filo di olio, sale e aghi di rosmarino. In questo caso prende il nome di "pane guttiaio", che significa pane gocciolato, di olio appunto.






Consiglia questo sito



Tutte le informazioni del nostro sito devono essere considerate a solo scopo indicativo. caciosuimaccheroni @gmail.com


Norme sulla privacy